lunedì 12 novembre 2007

I Dolci della Domenica

Nelle domeniche invernali mi piace stare a casa e dedicarmi alla cucina (soprattutto ai dolci), ho approfittato di un pomeriggio intero per dedicarmi ad un esperimento e 2 cavalli di battaglia.

L'esperimento consisteva in un Pan di Spagna, che alla fine è venuto anche piuttosto bene, seguendo una ricetta che ho trovato sulla rivista della Cucina Italiana:



- 4 uova

- 150 gr. di zucchero

- 150 gr. di farina


Montare per circa 15 minuti le uova con lo zucchero finchè non diventerà una massa spumosa e biancastra. Quando "scrive", ovvero una volta sollevate le fruste il composto rimane un pò in superfice senza affondare subito, è pronto. Subito dopo con un cucchiaio di legno si può aggiungere la farina mescolando dal basso verso l'alto facendo attenzione che non si smontino le uova, appena la farina sarà assorbita versare il composto in uno stampo e mettere in forno per circa mezz'ora a 185 °. L'impiego del Pan di Spagna è abbastanza variegato (sopratutto per le torte) penso invece che lo consumerò semplicemente cosi com'è magari giusto con un pò di marmellata o panna.








ed ecco i miei cavalli di battaglia ovvero le crostate. Di ricette per la pasta frolla ne ho sentite a migliaia ognuno ha la sua "speciale" chi usa il lievito (?) chi mette più o meno albumi ecc.. personalmente sono arrivato a questa che mi pare la più semplice e più buona:

- 2 uova

- 500 gr farina

- 250 gr burro

-250 gr zucchero

Impasto tutto insieme velocemente poi la faccio riposare mezz'oretta in frigo. Infine la stendo nella tortiera. Ho usato una semplice marmellata di albicocche per una e per l'altra della ricotta di pecora che vagava nel frigo. L'ho zuccherata e lavorata con un uovo intero.
Ho fatto lo sbaglio di cuocerle insieme e mentre quella con la marmellata è venuta bella dorata (anche un pò troppo..) quella con la ricotta ha accusato il troppo calore in superfice.

Comunque dovrebbero essere commestibili :)








Infine un altro cavallo di battaglia sono questi tartufini di ricotta e cocco.

Visto che mi era avanzata ancora parecchia ricotta ho fatto questi dolcetti che, anche se sono molto anni '80, a me piacciono tantissimo soprattutto quando sono belli freddi.

In proporzione ho usato:


- 200 gr di ricotta

- 100 gr farina di cocco

- 100 gr di zucchero a velo


Ma spesso queste dosi vanno rivedute a seconda del tipo di ricotta che si usa e del grado di dolcezza che si vuole ottenere.

Successivamente ho aggiunto a "occhio" alla base fatta in precedenza dei pistacchi tritati (per un tipo) e cacao (per un altro) e li ho ricoperti con il loro "ripieno".


Che dire alla fine, ero quasi stanco perchè sono volate 4 ore, ma anche soddisfatto. Nei prossimi giorni a turno porterò questi dolci al negozio per fare colazione tutti insieme (meglio evitare le tentazioni a casa ...)










1 commento:

SenzaPanna ha detto...

io metterei dello zucchero a velo sulla torta di ricotta :-)))))