venerdì 6 luglio 2007

Oggi Trippa !

La si ama... o la si odia. Come per tutte le interiora ( a Roma chiamate il 5° quarto) ci sono gli appassionati o le persone che provano disgusto...
Purtroppo al giorno d'oggi sono sempre meno le persone, sopratutto i giovani, che amamo questo piatto.
Anche se magari in una famiglia di 3/4 persone c'è un amante del genere (quasi sempre il marito) di contro c'è una persona (quasi sempre la moglie) che non si sogna mimimamente di comprarla... figuriamoci di cuocerla....
E qui entriamo in gioco noi. Ordiniamo circa 10 Kg di trippa mista a settimana 8 kg viene cotta, gia pronta col sugo (diciamo alla romana ma non è così). Per la gioia dei mariti e delle moglie (che non cucina)









Dunque nell'ordine si può vedere la trippa intera all'origine, poi tagliata a striscette pronta per essere cotta e nell'ultima foto avevo messo appena il pomodoro.
Prima la faccio bollire, poi prima del pomodoro metto solo brodo e aromi naturali (sale, cipolla, carota e sedano) poi aggiungo il pomodoro e faccio andare per un oretta a fuoco basso ed è pronta.
Ok lo so è una ricetta del cavolo perchè in quella romana ci va la mentuccia; e non è lampredotto perchè c'è il pomodoro. Ma bisogna accontentare i clienti ( che a volte non amano gli ingredienti base di una ricetta o sono allergici alle cose più disparate) quindi diciamo che è una ricetta base, una sorta di preparato che poi uno modifica. Infatti non mettiamo nemmeno pecorino ( o parmigiano) perchè si escluderebbe una fetta di potenziali clienti :) .... si finisce a casa....
noi la mettiamo solo in pratiche vaschette da 500g e poi sottovuoto se serve.





5 commenti:

SenzaPanna ha detto...

conosci il lampredotto?
hai la parte giusta per farlo?

grazie

stefano ha detto...

beh mio padre è di origine toscana quindi lo conosco si anche se l'ho mangiato solo una volta...
la parte esatta con quale si fa nn la so ma noi abbiamo tutte le parti della trippa... basta sapere la ricetta esatta...

Buongustaio81 ha detto...

Ciao Stefano,
molto interessante il tuo blog è qualche giorno che lo leggo... Le foto della trippa mi hanno riportato alla mente un piatto che adoro e che mi ricorda le cene in famiglia. Hai perfettamente ragione: a molti ragazzi non piace, perché purtroppo - dico io - mangiano con gli occhi e non sanno quel che si perdono. Se ho letto bene il tuo negozio è a Roma, se mi dici dove ti passo a trovare!
Da qualche giorno descrivo i ristoranti che frequento su: emozioniculinarie.splinder.com
ti aspetto!
Andrea

stefano ha detto...

grazie andrea... l'indirizzo preferisco dartelo in pvt (mi scrivi una mail) in quanto non mi va di utilizzare questo blog come pubblicità (non è nato per questo)interessante il tuo blog :)

SenzaPanna ha detto...

Guarda questo video:

clicca qui