martedì 12 febbraio 2008

Il Coniglio (... anche disossato e ripieno)

Signore e signori ecco a Voi un bel coniglio della Valdichiana munito anche della sua bella carta d'identità dove ci sono tutti i suoi dati (manca solo il cell).
Non per tornare sempre sul discorso Toscana ma questo si può dire che è proprio un piatto tipico, mia nonna lo preparava alla cacciatora (o in salmì) soprattutto la domenica, ma anche quando lo faceva fritto era qualcosa di veramente spettacolare.
A Roma c'è chi lo odia e chi lo ama, poi ci sono quelli che lo tengono in casa come animale domestico e spero sinceramente che non si imbattano in questo post.
Negli ultimi tempi anche molti pediatri per lo svezzamento (anche a causa di molte intolleranze e allergie) "prescrivono" ai loro piccoli pazienti la carne di coniglio. Ovviamente ad un bimbo piccolo non gli si può dare un coniglio così com'è, perciò nel tempo ci siamo "specializzati" nel disossamento, e adesso che abbiamo preso la mano, lo prepariamo anche di routine, soprattutto per poi farlo ripieno.
(nelle foto sotto le fasi del disossamento...)
Dopo avere tolto con cura tutte le ossa (anche le più minuscole) e lasciando la forma intera del coniglio, si ricava un bel pezzo di carne magro pronto da arrotolare.

In genere lo riempiamo con un macinato di vitello, uova, parmigiano, prosciutto cotto al quale poi si possono aggiungere a seconda della fantasia o del periodo castagne (Natale), pistacchi, olive, uova (Pasqua). -non tutti insieme ovviamente-
Per quanto riguarda la cottura si procede come un normale arrosto condito con tutti gli odori necessari (sale, salvia rosmarino, cipolla a chi piace) e si cuoce al tegame o al forno per circa un ora. Far riposare prima di affettare.

6 commenti:

Dolcezza ha detto...

e no! il coniglio cosi' mi mette un po' tristezza...invece cotto,e poi nel piatto con le mele, per esempio, mi mette appetito!Bono!

stefano ha detto...

eh si lo capisco che può far impressione...(io ormai ci sono abituato) cmq il coniglio come lo fai lo fai è sempre bono (pure con le mele)

L' Etoile Wine Restaurant ha detto...

potevi fà il chirurgo...telo ha detto mai nessuno....Ciao Stè da Salvo ,. complimenti sempre per i bei post che inserisci continua così....

max - la piccola casa ha detto...

Ottimo! e da quello che vedo disossato perfettamente! dovresti fareu post su come si disossa per noi poveri mortali,,,

raissa79 ha detto...

Adoro il coniglio, nelle marche è uno dei piatti più cucinati, io lo faccio spesso panato al forno (panato solo con pangrattato) quanto è buono!

consumazioneobbligatoria ha detto...

me l'ero perso, uà che bellezza. ma secondo te perch<+ non si trova qausi mai il conigliolo, come si dice in toscana, al ristorante? af