martedì 2 settembre 2008

Le mie Vacanze (parte prima)

Come avevo annunciato, dopo 3 settimane di riposo eccomi finalmente tornato a casa, al lavoro, ma soprattutto a dedicarmi al mio mio blog.

Non ho anticipato nulla prima della partenza perchè dopo quello che è successo l'anno scorso un po' di scaramanzia non guastava, ma adesso a cose fatte posso fare il sospirato resoconto “posticipato" di un anno.

Le città che ho visitato durante il mio viaggio nel nord-est d'Europa, sono Riga (Lettonia) Tallin (Estonia) e S.Pietroburgo (Russia).
Le capitali baltiche offrono poche cose da vedere ma sono molto caratteristiche e più che altro bisogna viverle camminando parecchio, ma sicuramente sono state le due città più belle e particolari (in particolare Riga mi è rimasta nel cuore, qui in in basso la statua che rappresenta la "libertà" ovvero l'indipendenza dalla Russia)


Sono entrambi strutturate da un nucleo centrale rappresentato dalla “città vecchia” di origini medioevali, ed intorno vi si è sviluppata la città “moderna” vera e propria.


Quello che mi ha più colpito (oltre ad aver visto le donne più belle del mondo) è il fatto che non sono paesi “arretrati” come si potrebbe pensare (anzi forse è l'Italia ad essere indietro) sono paesi giovani (in tutti i sensi) e c'è molta attenzione alle nuove tecnologie, (il wi-fi è ovunque e ci sono collegamenti ad internet gratuiti presso le normali cabine telefoniche) l'inglese poi è diffusissimo (lo parlano anche persone anziane) e infine c'è un grande rispetto per il verde -curatissimo-(ed ecologia in generale, molti usano la biciletta pur avendo la benzina molto meno cara che da noi) girandole tutte a piedi inoltre mi sono reso conto di come siano vivibili senza stress insomma sono proprio a misura d'uomo.

Il clima non è certo mediterraneo, spesso ha piovuto e soprattutto di sera faceva abbastanza fresco ma rispetto all'afa di Roma è stato abbastanza piacevole.

Purtroppo per quanto riguarda la parte "alimentare" il panorama è abbastanza scarso, poi frequentando zone turistiche è stato difficile trovare qualcosa di accetabile anche perchè loro mangiano cosi:


(polmone, trachee, e nasi di maiali, fotografati nel mercato principale di Riga)

Quindi per stare più leggero ho fatto grandi scorpacciate di salmone(che era ottimo ovunque) spesso accompagnato da una "local beer"

Un capitolo a parte merita S. Pietroburgo, avevo sentito giudizi molto entusiastici su questa città e quindi le aspettative forse erano troppo alte e inevitabilmente sono rimasto un po' deluso. Sicuramente è una città affascinante, ma l'impressione generale è di una città creata a tavolino per “portare” in Russia tutte le cose belle che gli zar vedevano in giro per l'Europa.

Inoltre ormai non è rimasto più nulla dell'epoca “sovietica” (solo burocrazia e troppe formalità nei controlli) anzi ho trovato una città molto occidentale -e la foto sotto parla da sola-


tale che non sembrava nemmeno di essere in Russia, a ricordarcelo c'era solo la bella chiesa del Salvatore sul Sangue Versato:




Da segnalare anche un'altra ennesima abitudine tipicamente occidentale quella dei doppi prezzi (ovvero un prezzo più basso per i cittadini locali e uno “adatto” alle tasche dei turisti)

Di sicuro l'Ermitage (il famoso museo) merita una visita, oltre per la bellezza dei palazzi da cui è composto (dove risiedevano gli Zar)



anche per vedere le numerose opere d'arte tra le quali:

(Amore e Psiche del Canova e il suonatore di liuto del Caravaggio)



Infine per un appassionato del cibo (e della carne) non poteva mancare una visita al palazzo degli Stroganoff (Nobile famiglia il cui cuoco invento il famoso filetto) e assaggiare i blinis venduti nei chioschi lungo la strada:



Nonostante tutto è stato un bel viaggio, ho visto e imparato tante cose, e di sicuro continuerò a scoprire le repubbliche ex-sovietiche (Ucraina in pole position).

Per concludere voglio fare un grande ringraziamento alle Guide Lonely Planet che mi accompagnano in ogni viaggio e in particolare in questo tour on the road (per i trasferimenti interni ho preso il pullman Riga-Tallin e il treno notturno Tallin-S.Pietroburgo) mi sono state di grande aiuto, le consiglio a tutti i viaggiatori indipendenti e non solo, sono una vera e propria miniera d'informazioni (le più impensabili: dal ristorante di lusso all'albergo a 1 stella fino a dove poter noleggiare un kayak...)

9 commenti:

JAJO ha detto...

Bentornato Stefano. Proprio un bel giro (eh si: siamo proprio arretrati, NOI....).
Però non dire "...le donne più belle del mondo...": potresti perdere molte clienti hehehehehe
Jacopo

SenzaPanna ha detto...

bentornato!!!

:-DD

berny ha detto...

Ciao, ti abbiamo assegnato un premio, quando vuoi passa... Saluti

P. ha detto...

Il naso di maiale è fantastico!

lydia ha detto...

Bentornato!!!
Proprio un bel giro...

JAJO ha detto...

Anche io dico che il naso del maiale è fantastico: l'ho mangiato ad Ariccia... era la parte finale della porchetta e ce l'hanno regalato.... strepitoso e scrocchierello :-D

Livia ha detto...

Bentornato Ste ... sempre viaggi molto belli, beato te ...

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

good start