mercoledì 30 luglio 2008

Ristorante Baby c/o Aldrovandi Palace

Frequentando spesso diverse tipologie di ristoranti (ma anche scrivendo su qualche forum) si ha la fortuna di conoscere tante persone e, poco tempo fa , ho avuto anche il grande piacere di conoscere Riccardo di Giacinto e Stefano Magistri rispettivamente ex-chef ed ex-sommelier del Baby, adesso molto presi nella fortunata avventura dell'All'Oro.

Parlando con loro dell'esperienza fatta presso l'Aldrovandi Palace la curiosità di provare questo ristorante è divenuta troppo forte (anche perchè stiamo pur sempre parlando della famiglia Iaccarino) quindi non potevo esimermi dal provarlo.

L'albergo è uno dei più belli di Roma, situato in una zona centrale e tranquilla (parioli). L'edificio risalente alla fine del 1800 si affaccia sullo splendido parco di Villa Borghese e valle Giulia.

Una volta all'interno dell'hotel, dopo avere oltrepassato la Hall, l'ascensore porta direttamente nel ristorante, e passando attraverso la sala interna ecco risplendere il lussuregiante giardino pronto per accogliere gli ospiti.



Dopo tutte queste delizie per gli occhi, finalmente è arrivato anche il protagonista della serata (il cibo) quindi iniziamo con (scusate per la pessima qualità di alcune foto..):


pane integrale, siciliano, di Altamura, focaccia, grissini & olio, e aperitivo offerto: Cuveé Brut di Bellavista

benvenuto dello chef: crudo di ricciola con zenzero candito croccante, crema di piselli e salsa agli agrumi

millefoglie di pesce spatola con verdure in scapece


macedonia di astice con gelatina di basilico e di pomodori


ravioli con caciotta fresca e maggiorana con salsa al basilico e pomodoro fatto in casa


calamari e gamberi in frittura con verdure e crema di barbabietola


spada scottato con lavanda e asparagi


predessert: crema inglese con gelato di amarene


impressionismo di caffè e zabaione


sfogliatella napoletana con crema alla cannella


l'immancabile piccola pasticceria


Inutile dire che è stata una cena di altissimo livello. Il servizio è molto curato, a qualche persona potrebbe dare fastidio, ma veramente per ogni tavolo ci sono sempre 5-6 camerieri "pronti a tutto" ma comunque sempre molto discreti e per niente ingessati.

I piatti più buoni sono stati sicuramente la spatola con le verdure in scapece, e la macedonia di astice. Per i ravioli il discorso è complicato in quanto sono stati molto decantati da tutti e quindi le aspettative erano alte (o forse la fantasia ha galoppato troppo) per cui alla fine si è trattatato "solo" di una buona pasta ripena (ma pur sempre un ottimo piatto che mi è piaciuto).
Una menzione speciale invece per la sfogliatella (anche questa molto famosa) che non ha deluso minimamente le aspettative.

Ha accompagnato il tutto un Preapositus Kerner Abbazia di Novacella 2006 , e per i dolci un ben ryè donnafugata 2005 e un moscato rosa di Franz Haas 2004.

Purtroppo l'unico tasto dolente è stato il conto (prevedibile anche questo) ma per una bella serata in una location da "re per una notte" tutto sommato 150 euro (a persona) sono ben spesi.


Ristorante Baby

C/O Aldrovandi Palace

Via Ulisse Aldrovandi 15,

00197 - Roma

06 3216126

baby@aldrovandi.com

2 commenti:

JAJO ha detto...

E bravo Stefano: stai facendo concorrenza al Viaggiatore Gourmet :-D

SenzaPanna ha detto...

Un bellissimo posto, da ricordare.