lunedì 20 ottobre 2008

Spaghettoni con salsiccia di Cinta Senese


Scrivendo questo post mi sono reso conto che non ne ho mai dedicato uno alle salsicce di Cinta Senese, avevo parlato in generale di questi maiali quando sono arrivati, e del loro fantastico lardo che in parte stagioniamo (e anche dello strutto che otteniamo con il loro grasso). Rimedierò quanto prima scrivendo di più sulla loro carne e soprattutto sulle salsicce, nel frattempo vi suggerisco questo piatto fatto proprio con l'insaccato del nobile suino, che a volte è preferibile alle bistecche, per la sua varietà d'impiego.

Come tutte le cose che preparo anche questo piatto è molto semplice, anche perchè di "tecnica" c'è molto poco, qui a farla da padrone è la materia prima su cui si basa tutta "l'energia" del piatto... quindi sprecare altre parole non serve, piuttosto bisogna provare, assaggiare e ripetere più volte :)

Sulla ricetta non c'è molto da dire, ho sbriciolato in padella la salsiccia finchè non si è dorata per bene, il tutto senza aggiungere olio, poichè il suo caratteristico grasso ha aiutato la cottura e insaporito per bene la pasta senza aggiungere altri ingredienti. Quindi una volta pronta la pasta (rigorosamente al dente) l'ho fatta mantecare fuori dal fuoco, come detto senza aggiungere altro poichè nella padella (con la salsiccia) c'era gia l'olio (il grasso) sale e pepe.

Se proprio vogliamo esagerare, possiamo condire il tutto con una spolverata di parmigiano (come ho fatto io) o, a seconda dei gusti, anche con del pecorino...

Buonappetito :)

P.s.: per i più curiosi sulla storia e altre info su questi maiali ho trovato quest' interessante sito

6 commenti:

JAJO ha detto...

Grande Stefano: ho ancora in freezer quelle prese da te qualche tempo fa.
Pensavo di farci un sugo per la polenta, che ne dici ?

stefano ha detto...

Beh certo ti verrà una polenta stupenda :D anche se magari le sacrifichi un po' secondo me sono da mangiare cosi, alla brace sopra un pezzo di pane sciapo, oppure in padella con dei broccoli vicino oppure questa pasta... (magari se la fai in bianco la polenta il sapore nn viene "coperto" dal pomodoro...) imho

fabio ha detto...

Se posso consigliari gli spaghetti Martelli.
Fantastici!

JAJO ha detto...

In effetti avevo pensato più ad una panino "rozzo"; anche in padella con aglio e broccoli rischiano di essere coperte da altri sapori. Per me la morte ideale di una buona salsiccia è con i rigatoni e con pochissimi condimenti (e rigorosamente "Senza Panna" :-D)

max - la piccola casa ha detto...

Ottima ricetta!!!!! devo trovare questa salsiccia a Genova!

tourist ha detto...

Ma un elenco di produttori artigianali di cinta sense? Un mio amico di Poggibonsi mi ha fatto conoscere renieri.net ma in Toscana quanti ce ne sono e dove è possibile trovare un elenco?