venerdì 14 novembre 2008

La Fagiolina (....e i suoi amici....)

Questo è uno dei rari post nel quale la carne è completamente assente, tuttavia ho pensato che si trattasse di un argomento interessante (che non conoscevo nemmeno io fino a qualche settimana fa) e ho deciso di condividerlo con Voi appassionati :)

Prima di entrare nel vivo dell'argomento però , è doverosa una piccola premessa:

Durante il periodo invernale e soprattutto quello natalizio, fin da parecchi anni fa, abbiamo sempre avuto un piccolo assortimento di lenticchie di Castelluccio, che si sono fatte apprezzare anche non solo vicino al classico cotechino ma anche come accompagnamento per salsiccie o vicino al bollito ecc...



Col passar del tempo visto anche la continua richiesta, si sono aggiunti anche altri legumi "selezionati", ma con nostra grande sorpresa abbiamo scoperto che se anche lavorati e confezionati in Italia molti di questi provenivano da paesi extraeuropei (in particolare ceci e fagioli dal Messico).

Tutto questo per mio padre che in mezzo ai prodotti di campagna c'è nato è sembrato un grande affronto.
Perciò ha sguinzagliato i suoi informatori segreti :) nella sua zona d'origine (Cortona) ed oltre ad aver trovato finalmente legumi eccezionali è riuscito a scovare anche questo suo lontano ricordo d'infanzia ovvero LA FAGIOLINA del Trasimeno:



Potete trovare l'azienda che la produce e ci rifornisce qui.

"Le origini di questa pianta (scientificamente "Vigna Unguiculata") sono da ricercarsi in Africa da dove attraverso gli scambi con la civiltà etrusca ha raggiunto e si è diffusa in tutto il bacino del lago Trasimeno trovando qui i terreni umidi , condizione ideale per l'ottenimento di un prodotto di qualità eccellente.
Nel primo secolo d.C. plinio il Vecchio ci fa sapere che venne coltivata prima daglie Etruschi e poi dai Romani.
Negli anni '90 ha rischiato l'estinzione ma grazie all'impegno di alcuni agricoltori riunitisi poi nel consorsio sono riusciti a salvaguardare questo bene prezioso e "storico"."
Nella bella confezione è riportata anche una ricetta particolare:

Zuppa di Fagiolina e Gamberi. (per 6-8 persone)


250 gr. di Fagiolina
2 spicchi d'aglio
300 gr. Gamberi Rossi
Prezzemolo
Olio e Sale.

Lavare la Fagiolina e cuocerla per circa 45 minuti in abbondante acqua, sbollentare i gamberi per un minuto in acqua bollente e dopo averli puliti rosolarli in padella con aglio e olio.

A questo punto unire alla fagiolina e il prezzemolo tritato e ultimare la cottura insieme.
La Fagiolina è molto buona anche semplicemente bollita e condita con olio di extravergine di oliva sale e pepe, oppure si può unire a della pancetta rosolata in padella e finire di condirla con delle striscioline di menta.
Insomma è talmente buona che ci si può sbizzarrire in molti modi.


Cercando questi prodotti particolari e di "nicchia" non potevano mancare trovandoci in questa generosa terra anche i FAGIOLI ZOLFINI:



Questi, negli ultimi anni sono diventati abbastanza "famosi" e già hanno meno bisogno di presentazioni, comunque come per la Fagiolina la loro caratteristica principale è la buccia finissima che si scioglie in bocca, rendendolo molto digeribile, oltre ad avere un gusto denso e cremoso.
Le principali ricette adatte per questi fagioli sono ovviamente alla toscana "al fiasco" oppure facendo la minestra "antica".


Infine per completare la nostra offerta nel campo dei legumi ecco gli altri prodotti:








Fagioli Borlotti, ceci, farro, zuppe miste già pronte, e molto altro ancora....

7 commenti:

Daniela di SenzaPanna ha detto...

se vuoi un consiglio, prova a miscelare tu legumi e cereali secondo i tuoi gusti per fare una zuppa.

:-)

stefano ha detto...

beh per adesso mi lascio guidare....mi siè aperta dapoco questo nuovo mondoe passerò l'inverno a sperimentare...poi inizierò a miscelare da solo.. quando sarò esperto :)

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Abito ad una manciata di minuti dal Trasimeno e ancora non ho provato la Fagiolina ... che vergogna !!!!!!
Buona domenica Laura

salsadisapa ha detto...

conosco molto bene la fagiolina: pensa che fino a qualche decennio fa era considerata un alimento "povero"! coi prezzi che ha adesso viene (quasi) da ridere :)
comunque è un legume ottimo: anche cucinato nel modo più semplice possibile risulta gustosissimo!
e poi conosco molto bene anche la zona di porto: ci vado spesso!

Daniela di SenzaPanna ha detto...

Ottima, l'ho usata qui:

http://senzapanna.blogspot.com/2008/12/la-zuppa-nel-lavecc.html

JAJO ha detto...

Stefanoooooo: l'Azienda Agricola Melagrani apparteneva ad un caro amico purtroppo deceduto un mese fa, ed è proprio davanti casa nostra... non più di 25 metri di strada :-D
Quant'è piccolo il mondo !!! :-D

JAJO ha detto...

LAURA: VERGOGNATI !!!!!!!