domenica 8 marzo 2009

Ristorante Antico Arco

Spesso si decide di andare in un ristorante perchè se n'è sentito parlare bene. A volte può succedere anche il contrario.

Mi spiego meglio, ormai in questi ultimi anni come ben sappiamo, internet ha cambiato radicalmente la nostra vita quotidiana. Quindi anche nello scegliere il ristorante spesso ci si affida alla rete in cerca di segnalazioni, esperienze, recensioni riguardo ai vari locali che vogliamo visitare (mi riferisco in particolare anche ai forum eno-gastronomici).

A volte però in questi posti virtuali si crea un effetto strano, che tende sempre a mettere in evidenza e far parlare sempre dei "soliti noti".

Per mia natura invece, sono sempre abbastanza curioso ed una sola fonte d'informazione non mi basta, quindi in genere mi documento anche sulle guide gastronomiche e chiedo dierettamente a persone di cui posso fidarmi e che hanno una certa esperienza.

Questa premessa è stata doverosa in quanto poco tempo fa ho visitato l' Antico Arco che ormai da parecchio tempo è puntualmente presente nelle maggiori guide, gode di un'ottima fama, ed ha una clientela affezionata. Ma nonostante tutto questo, facendo ricerche nei forum e su internet, non ho trovato grandi notizie a parte il loro gradevole e completo sito.

Il ristorante si trova in uno dei punti più belli di Roma, il Gianicolo:

è senza dubbio uno dei luoghi più magici e suggestivi di Roma. In alto, sopra il colle, si domina il paesaggio, si percepisce l'architettura, lo sviluppo urbano e l'armonia della Capitale.
Celebrato da numerosi viaggiatori stranieri e immortalato su molte stampe, dipinti ed iconografie, il colle offre l'opportunità di una bellissima passeggiata nel cuore della città.
(tratto dal loro sito)

e l'entrata è situata proprio davanti alla Porta San Pancrazio.

Bene, dopo tutte queste belle parole passiamo a vedere ora un po' di sostanza:

Benvenuto: cupoletta di ricciola


Il Pane fatto in casa.... buonissimo e apprezzato più volte.



Terrina di coniglio e pistacchi sott’olio con crostini di fegatini



Carpaccio tiepido di gamberi con schiacciatina di patate alle erbe:



Zuppa di broccoli con raviolini d’arzilla: è un piatto della tradizione romana "rivisitato" molto buono e bell'idea (anche se Daniela si potrebbe far pagare i diritti per la ricetta) :)


Riso carnaroli Aquarello, castelmagno e riduzione di nebbiolo: piatto della serata (anche se io sono un amante folle del riso) ma questo era veramente buono, cottura eccellente e bell'abbinamento nebbiolo-castelmagno. La decorazione l'ho fatta da solo in quanto la riduzione mi è stata servita in un piccolo contenitore.



Gamberoni croccanti, con passatina di carciofi e anice: ottima materia prima e gustoso abbinamento con i carciofi.



Piccione in salsa di mosto cotto, purea di castagne e cicorietta saltata




Pre-dessert di gelato con olio d'oliva:


Mousse ai tre cioccolati. indescrivibile la consistenza e l'equilibrio di questo dolce....


Il Croquembouche:


La "finestra" sulla cucina.


Insomma da come avrete potuto capire dalle foto e dal menu che è nel loro sito, si mangia bene con una cucina sincera senza cercare "esagerazioni creative" ma cose semplici (anche della tradizione romana) e ben eseguite, insomma proprio come piace a me.

Sicuramente un indirizzo da tenere sempre presente.

Ristorante Antico Arco

Piazzale Aurelio 7

Tel. 06 5815274

2 commenti:

Max ha detto...

Di questo risporante ho bei ricordi.
Sia dei piatti (risotto al castelmagno, cacio e pepe con fiori di zucca, un ottimo piccione...), sia della compagnia.

sly ha detto...

ops..ho appreso da poco da unika che prima di mettere un blog tra i miei preferiti è meglio chiedere il permesso...quindi scusa ma io non lo sapevo e ti avevo gia' messo ti dispiace??posso lasciarlo?