domenica 1 febbraio 2009

La Mia Tasca Ripiena



Avevo intenzione di preparare un classico arrosto "domenicale", ma tuttavia non volevo essere troppo banale, quindi mi sono cimentato per la prima volta nella "tasca".

Spesso mi capita di prepararla per i miei clienti, questa volta invece oltre ad aver fatto il "buco" ho anche preparato il ripieno, riempito e infine anche cotto (e mangiato).

Come ho scritto più volte il pezzo adatto per questo piatto è il Piccione anche se ha una forma triangolare, è un pezzo magro, tenero e abbastanza consistente da poter essere bucato e contenere un bel po' di ripieno.

Già, il ripieno: da amante delle cose semplici e gustose ho preparato un impasto leggero ma saporito (e colorato). Ho tritato 300 gr.di carne di vitello, alla quale ho aggiunto un uovo e un cucchiaio di parmigiano ho impastato, e in seguito ho aggiunto una manciata di pisellini e una fetta spessa di prosciutto cotto tagliato a pezzi.

Poi è stata la volta dell'operazione "riempimento" (che è stata molto più semplice di quella del buco) l'importante anche qui è non riempire troppo poichè in cottura il ripieno (che continene uovo) si gonfia e potrebbe far "esplodere" la tasca. Inoltre è bene lasciare un po' di spazio per poter poi cucire la carne.

Per quanto riguarda la cottura, ho messo la tasca al forno per circa un'ora e mezza, poi dopo averla fatta riposare per circa mezz'oretta, con un bel coltello liscio ho fatto delle fettine regolari.
Sono rimasto molto soddisfatto perchè pensavo che rimanessero delle parti senza ripieno, invece sono riuscito a bucare fino in profondità e ottenere quasi tutte le fettine "ripiene".


Mi è anche piaciuto molto il colore di quest'arrosto, oltre al bianco della carne e del ripieno, i piselli e il prosciutto cotto hanno mantentuto il verde e un bel rosa che danno un bell'effetto al piatto.
Rigoroso l'accompagnamento di patate al forno.




10 commenti:

Barbara ha detto...

Non sapevo che il cappello di prete fosse.. il piccione! E' un taglio di carne che adoro, sia di vitello che di manzo. Grazie, proverò senz'altro la tua gustosissima preparazione!!

Max ha detto...

Bravissimo!

Pedro ha detto...

Pensa quando ti cimenterai nel preparare la cima alla genovese. Un piatto pazzesco. Complimenti per la tua tasca!

Daniela di SenzaPanna ha detto...

Bravo davvero, mi hai fatto venire fame.

Pensa che io faccio una cosa simile, soprattutto come ripieno colorato con le verdure.... siamo telepatici.
Però non ti so nemmeno dire che taglio uso.

Anonimo ha detto...

Càpito sul tuo blog stasera per caso cercando la punta di petto alla fornara.. e voilà si apre un mondo, un blog ricco, generoso di informazioni utilissime per me. Vivo da due anni con un grande carniviro, me la cavo in cucina ma per la carne ci aveva sempre pensato la mamma.. io la mangio e la cucino ma mica la compravo.. ora in macelleria è diffice capire se quel carpaccio sarà tenero e se quello è o non è un pezzo da rosbeef.. grazie mille stefano per l'opera di educazione che porti avanti :-)

stefano ha detto...

@ Pedro: mentre preparavo il post ho curiosato nel blog di max della piccola casa (genovese doc) ed ho trovato la sua tasca lui è molto bravo e quando mi cimenterò gli chiederò senz'altro aiuto.

http://lapiccolacasa.blogspot.com/2008/03/un-mitico-piatto-genovese-la-ricetta.html

(volevo inserirlo nel post ma non ho trovato l'aggancio) :)

stefano ha detto...

@ Daniela: più che telepatici sono un tuo allievo ti sei dimenticata??? diciamo solo che sto imparando bene ma devo fare ancora parecchia strada per arrivare ad essere bravo come te..
grazie

stefano ha detto...

@anonimo: grazie per il tuo commento, spesso sono queste parole che ti danno lo stimolo giusto per andare avanti (e non è sempre facile..) mi fa piacere avere anche un ruolo "d'informazione".
grazie

Laura ha detto...

questa la provo assolutamente!!!
Però io preferisco la cottura in pentola ... poi ti farò sapere!
grazie
Laura

giovanna ha detto...

ciao! io per il ripieno come prima cosa preparo una sottile frittatina, quando è cotta la spalmo col ripieno,composto da pane grattuggiato,formaggio grana,prosciutto cotto a dadini fatti soffriggere con l'aggiunta di un poco di brodo,quindi arrotolo la frittatina e la inserisco nella tasca.in alternativa un effetto visivo che colpisce molto, è inserire a metà tasca un uovo sodo e poi continuare a riempire,l' effetto è assicurato.